Medical Pontino
Via Custoza, 3/B - Latina (LT)
Telefono 0773/661234

Analisi cliniche | Patologia Clinica

Analisi Cliniche – Patologia Clinica.

Analisi Cliniche

Analisi Cliniche

Le Analisi Cliniche  del Medical Pontino operano dal 1980. Oggi il Medical Pontino occupa una superficie di circa 800 mq., di cui una cospicua parte è dedicata al Laboratorio analisi di base con sezioni aggregate di immunometria (ormonale)  e microbiologica. Un ulteriore settore è costituito dalla medicina del lavoro ma tale distinzione attiene alla finalità della diagnostica piuttosto che alla tipologia delle analisi.

Il laboratorio di analisi cliniche  è diviso in settori,  tra cui:

  • Ematologia, ossia l’analisi del sangue intero;

  • Sierologia, ossia l’analisi del siero che include laChimica clinica e Immunometria;

  • Microbiologia.

laboratorio analisi

Biologa osserva al microscopio

Il personale impiegato nel laboratorio analisi è suddiviso in:

  • direttore (laureato in medicina o biologia)

  • tecnici di laboratorio

  • personale ausiliario per i prelievi (laureati in scienze infermieristiche)

  • personale amministrativo

 I campioni biologici vengono distinti per

  • URGENZA:

    • routine (risultati non urgenti);

    • urgenti o STAT (dall’inglese Short Turn-Around Time), con risultati attesi entro due/tre ore;

  • PROVENIENZA:

    • interni (prelievi effettuati nella struttura);

    • esterni ( prelievi domiciliari etc.);

analisi di laboratorio

Provette di laboratorio con campioni ematici.

Le attrezzature presenti nel laboratorio analisi possono raggruppare per fasi di lavorazione del campione.

Le tipologie di analisi del nostro laboratorio si possono così indicare:

  • Biologia molecolare;

  • Chimica clinica;

  • Citologia;

  • Immunometria;

  • Istologia;

PREPARAZIONE DEL PAZIENTE AL PRELIEVO VENOSO

Di seguito sono  fornite al Paziente le necessarie indicazioni affinché il prelievo, presso il laboratorio analisi o a domicilio, venga fatto in condizioni ottimali così da ridurre al minimo eventuali interferenze sul risultato analitico. Gli esami di laboratorio vanno eseguiti preferibilmente in “condizioni basali” cioè al mattino dopo un digiuno di 8-12 ore. (Per alcuni esami è necessario un digiuno di almeno 6-8 ore, per altri è raccomandato un digiuno di 12-14 ore.). È consentito bere acqua. I valori normali sono sempre riferiti a Soggetti il cui prelievo è stato eseguito il mattino. Il prelievo può essere eseguito tutti i giorni feriali dalle ore 07.30 alle 10.30 senza alcuna necessità di prenotazione.

Per le analisi cliniche le principali indicazioni alle quali il paziente deve attenersi sono:

  • Eventuale dieta

  • Digiuno più o meno prolungato: un digiuno di almeno 12 ore, è obbligatorio per le seguenti indagini: Glicemia, Colesterolo, Trigliceridi, Sideremia, Acido folico, Vitamina B12, Insulinemia, Acidi biliari, Anticorpi in genere, Acido urico, amilasi ( pancreatica e salivare), ammoniemia, Apolipoproteina A1, Apolipoproteina B, bilirubinemia totale e frazionata, lipasi, osmolarità, peptide C. Anche l’eccessivo digiuno, oltre le 16/24 ore, è da evitare per la conseguente diminuzione della glicemia ed aumento della bilirubinemia. Per la determinazione di Tiroxina libera, triiodoritonina libera evitare cibi a base di tiocianati (senape)(vedi dettaglio per singolo esame).

  • Astensione dal consumo dei farmaci e/o prodotti omeopatici: per evitare gli effetti indesiderati dei farmaci, sia in vivo (sui costituenti del sangue o altro liquido biologico) che in vitro (come interferenza chimico-fisica con i metodi di laboratorio), occorre sospendere la somministrazione degli stessi, fatta eccezione per i farmaci salvavita (anticoagulanti, antiaritmici, cardiotonici, antiepilettici, etc.). In particolare, per la valutazione del livello degli ormoni tiroidei in corso di terapia sostitutiva, eseguire il prelievo al mattino prima di assumere la dose giornaliera, salvo diversa indicazione del medico prescrittore. Per il monitoraggio terapeutico di farmaci, eseguire il prelievo prima di assumere la dose successiva (valori minimi), se non altrimenti specificato dal medico richiedente. N.B. = 6-8 ore dopo l’assunzione per la diossina.

  • Astensione dal consumo di sostanze voluttuarie (fumo,caffè, alcool,ecc.): astenersi dal fumo di sigaretta almeno nelle ore che precedono il prelievo: fra gli effetti acuti da segnalare l’aumento del cortisolo e delle catecolammine (effetto della nicotina), l’aumento del granulociti e dei monociti e la diminuzione degli eosinofili; l’aumento di acidi grassi, glicerolo libero e aldosterone; il fumatore cronico metabolizza alcuni farmaci (es. teofillina) con velocità molto superiore rispetto ai soggetti non fumatori; inoltre il fumatore cronico, può avere valori falsamente elevati di alcuni marcatori oncologici (es. CEA) e cardiaci ( es. CK). Nella determinazione dell’ammonio il fumo di sigaretta del paziente o presente nell’ambiente causa l’elevazione dei valori. L’ alcool può determinare variazioni nella concentrazione ematica di alcuni costituenti con due meccanismi: come effetto a breve termine può provocare un incremento dei valori di acido lattico, acido urico e prolattina. Come effetto a lungo termine provoca un incremento dei valori di transaminasi e γGT. Inoltre un aumento significativo nel dosaggio della CTD (transferrina desialata) costituisce un marcatore dell’abuso sistematico (media 30-40 giorni). La Caffeina può determinare un incremento di: glicemia, acidi grassi non esterificati, renina e catecolamine.

  • Controllo dell’attività fisica: è auspicabile un riposo almeno di 15 minuti prima del prelievo ed evitare possibilmente l’esercizio fisico agonistico nelle 48-72 ore precedenti il prelievo; in quanto può indurre un aumento di alcune attività enzimatiche quali: CPK, LDH, AST, aldolasi e dell’ acido lattico. È consigliabile pertanto astenersi da attività fisiche, anche di media entità, almeno nelle 36 ore precedenti all’esame.

  • Iniezioni Intramuscolari: possono interferire con vari valori di CPK che tendono ad aumentare.

  • Emozioni e Stress: possono provocare diminuzione della concentrazione ematica del colesterolo e un aumento della concentrazione di ormoni tiroidei e catecolamine. Il dosaggio della prolattina è particolarmente sensibile allo stress da venopuntura. È consigliabile, quindi, effettuare il prelievo dopo aver tranquillizzato il paziente o praticare il dosaggio pulsato con monitoraggio temporale.

L’uso di farmaci può influenzare l’esito degli esami del laboratorio analisi. Di seguito uno schema con l’indicazione dei farmaci e della loro azione rispetto a determinati analiti.

Analita

Tipo di interferenza

Farmaco interferente

 

GOT

Trigliceridi

Diminuzione

Metronidazolo

GPT

Diminuzione

Metronidazolo

Trigliceridi

Diminuzione

acido ascorbico

Glucosio

Diminuzione

acido ascorbico, acetaminofene

Colesterolo

Diminuzione

acido ascorbico, acetaminofene

Fenobarbital

Diminuzione

teofillina

Fosfatasi alcalina

Diminuzione

teofillina

LDH

Diminuzione

salicilati

Albumina

Aumento

eparina

Alcool

Aumento

isopropanolo

Bilirubina

Aumento

propanolo, metildopa

Creatinina

Aumento

acido ascorbico, cefalosporine

Proteine totali

Aumento

carbenicillina

Fosfatasi alcalina

Aumento

acido valproico, metotrexate, tetraciclina, anfotericina B

GOT

Aumento

nitrofurantoina, antibiotici

GPT

Aumento

clordiazepossido, L-dopa, antibiotici

Calcio

Aumento

acido ascorbico, teofillina, acido valproico

Colesterolo

Aumento

tolbutamide

Gamma-GT

Aumento

acido ascorbico, meprobamato

LDH

Aumento

fenobarbital

Trigliceridi

Aumento

carbenicillina, salicilati

Tempo di protrombina

Aumento / Diminuzione

antibiotici, vitamina K

 

analisi cliniche

Provetta di sangue

La difformità dei risultati delle analisi cliniche rispetto ai valori normali di riferimento del campione analizzato vengono classificati in relazione alla gravità che hanno per la salute del paziente.

Questa difformità, per gli addetti ai lavori, viene classificata con un codice cromatico che va dal bianco a rosso.

Codice di Gravità Bianco:  Il valore analitico, seppure fuori range di normalità, non rappresenta una situazione di rischio immediato per il paziente del breve-medio periodo. Pertanto il Paziente confrontando i valori normali a tergo dell’esito è messo in condizioni di comprendere il proprio status ed ha tutto il tempo di presentare gli esami di laboratorio al proprio medico proscrittore senza incorrere in rischi prognostici e/o peggioramento dello status di salute.

Codice di Gravità Verde: l’esito diagnostico è pregiudizievole, specie sotto l’aspetto temporale,  per la salute del paziente ed è necessario  approfondire gli accertamenti e non tralasciare il risultato. Rivolgersi al medico nel più breve tempo possibile.

Codice di Gravità Giallo:  Il valore alterato indica che lo stato di salute del paziente è in pericolo di compromissione. E’ necessario un consulto specialistico immediato.

Codice di Gravità Rosso: Il valore clinico alterato indica una grave compromissione dello stato di salute del paziente. Urgono cure immediate e controllo costante. 

I prelievi vengono effettuati tutti i giorni dal Lunedì al Sabato dalle ore 07.30 alle 10.30.

Il Medical Pontino ai pazienti che hanno eseguito il prelievo, offre a scelta, presso il “Madame caffè”,   un caffè o un cappuccino. 

INFO : 

telefono0773661234

emailinfo@medicalpontino.it