ANALISI PER LA TIROIDE

Prezzo complessivo di tutti gli esami: € € 37,50
Prezzo pacchetto: € € 17,50 - risparmi il 47%

Analisi per la tiroide – TSH

Il medico in genere richiede in primo luogo il dosaggio del TSH nel sangue per stabilire il livello di funzionamento della tiroide. L’esame valuta la quantità di ormone presente dall’ipofisi. È l’esame più utile e accurato per la diagnosi sia dell’iper- che dell’ipotiroidismo.

  • livelli bassi indicano l’ipertiroidismo,
  • livelli alti indicano ipotiroidismo.

L’esame analizza anche le piccole quantità dell’ormone nel sangue.

Normlmemnte, l’ipofisi aumenta la produzione di TSH quando i livelli degli ormoni tiroidei in circolo sono bassi.

La tiroide risponde aumentando la produzione. Se le quantità nel corpo bastano, si riduce la quantità.

È un’operazione che continua sempre. Serve a mantenere un livello sano di ormone tiroideo.

In soggetti in cui la tiroide produce quantità eccessive di ormoni, l’ipofisi sospende la produzione di TSH, determinando livelli ematici bassi o perfino non misurabili.

In soggetti la cui tiroide non funziona correttamente e produce troppi pochi ormoni, la ghiandola non riesce ad aumentare la produzione di ormoni della tiroide in risposta al TSH.

L’ipofisi continua a produrre TSH, per far reagire la tiroide.

Se i risultati dell’esame sono anomali, saranno necessari uno o più esami aggiuntivi per riuscire a stabilire la causa del problema.

Analisi per la tiroide – FT4

La tiroide secerne principalmente T4 e  piccole quantità di T3.

Esistono due tipi di T4:

  • Ormone T4 legato a proteine del sangue, che funge da riserva al bisogno,
  • e una piccola quantità di ormone “libero” (FT4), la forma attiva dell’ormone disponibile per i tessuti dell’organismo
  • Un livello alto di T4 totale (ormone legato + FT4) o di FT4 suggerisce un ipertiroidismo,
  • mentre un livello basso di T4 totale o FT4 è indicativo di ipotiroidismo (ossia l’interpretazione è al contrario rispetto al TSH).

Gravidanza e contraccettivi orali aumentano i livelli di proteine leganti nel sangue, quindi in ambedue i casi il riscontro di un livello di T4 totale alto non indica necessariamente ipertiroidismo.

Malattie gravi o l’uso di corticosteroidi (farmaci assunti per il trattamento di varie condizioni, tra cui asma, artrite e malattie della pelle) possono diminuire i livelli di proteine leganti. In questi casi, quindi, il livello totale di T4 può risultare basso pur in assenza di ipotiroidismo.

Analisi per la tiroide – FT3

In caso di sospetto ipertiroidismo in un soggetto con livelli di FT4 normali, può essere utile misurare T3 per confermare la diagnosi. In alcuni casi di ipertiroidismo, si riscontrano livelli elevati di T3 libero (FT3) anche se FT4 è normale; la misura di ambedue gli ormoni può quindi essere utile se il medico sospetta l’ipertiroidismo.

L’esame T3 non è utile per la diagnosi dell’ipotiroidismo, perché i livelli non si riducono finché quest’ultimo non diventa grave.

Fonte: https://www.my-personaltrainer.it/salute-benessere/esami-tiroide.html, articolo scritto da

La Tua opinione è importante per Noi. Lasciaci un commento!