Data di pubblicazione : 7/10/20 alle 20:00,

Data ultimo aggiornamento: 17/08/21 alle 12:50


Dichiarazione relativa le fonti scientifiche di riferimento del presente articolo:

Le informazioni medico-scientifiche riportate nel presente articolo sono indirizzate ad un pubblico generico senza alcuna limitazione di sorta. Sono frutto del bagaglio culturale e dell’esperienza professionale del medico o del professionista sanitario intervistato o autore del medesimo articolo. Qualora l’autore non fosse un professionista del settore medico-sanitario le fonti medico scientifiche di riferimento del presente articolo sono riportate in calce.

Prelievo del sangue: tutto ciò che c’è da sapere

Prelievo Del Sangue

Il prelievo venoso é una delle procedure infermieristiche apparentemente più semplici ma in verità dietro di esso si nascondono molti aspetti: si innescano infatti dinamiche tecnico relazionali tra l’operatore e il paziente.

Il primo contatto è quello che reputo fondamentale poiché è giá da lì che si instaura un rapporto di fiducia: quando arriva un paziente agitato o molto giovane è bene eseguire tutta la procedura senza fretta e spiegando ogni step, cercando di essere comprensivi davanti alle paura di chi abbiamo di fronte o allo stress di chi è costretto per colpa di gravi patologie ad eseguire il prelievo tutte le settimane.
Il braccio che mi propone il paziente è sempre il primo ad essere valutato anche se poi la decisione definitiva spetta a noi infermieri.

La ricerca della vena si esegue posizionando il laccio emostatico e invitando il paziente ad aprire e chiudere il pugno, ciò ci aiuta a localizzare e valutare le vene periferiche del braccio. La valutazione si esegue soprattutto attraverso il tatto poiché la sola vista non offre una completezza delle informazioni: turgore, profondità, diametro e direzione.

Da qui i passi principali sono: lavare le mani ed indossare i guanti, organizzare il materiale,disinfettare la cute, invitare il paziente a stringere il pugno e rimanere fermo durante la procedura, perforare la vena avendo cura di riempire tutte le provette precedentemente etichettate. Il laccio emostatico viene rimosso poco prima di completare l’ultima provetta invitando il paziente a rilassare il pugno e ad eseguire una compressione immediatamente dopo aver rimosso l’ago senza piegare il braccio per qualche minuto così da evitare ematomi.

Dott.ssa Chiara Maglio

Infermiera

Iscritta a:

Con n° progressivo 2644, nella posizione 4450

La Tua opinione è importante per Noi. Lasciaci un commento!

Segnale Stradale Pericolo 300x264

ATTENZIONE!

Le informazioni fornite nel nostro sito web hanno lo scopo di incoraggiare le relazioni dirette tra il paziente ed il  medico curante, non di sostituire il consulto con i professionisti sanitari.

Leggere un sito web di un’Azienda medica come il nostro NON vi rende medici e non sostituisce il consulto che vi può fornire il vostro medico curante!

www.medicalpontino.it contiene articoli su molti argomenti medici; è comunemente riconosciuto che non esiste assolutamente alcuna assicurazione che una qualsiasi delle affermazioni contenute in articoli che toccano questioni mediche risponda alle esigenze terapeutiche di chi legge. Anche se l’affermazione è accurata, potrebbe non applicarsi ai vostri sintomi.

Le affermazioni ed i contenuti nel blog di questo sito:

  1. costituiscono semplicemente materiale divulgativo informativo  in base alla conoscenza dell’autore;
  2. NON hanno in nessun modo il carattere della prescrizione medica in nessuna forma, neppure quella virtuale;
  3. NON vogliono invogliare nessun comportamento, di nessun tipo ed in nessun ambito, scientifico e non scientifico;
  4. L’informazione medica fornita sul sito del Medical Pontino è di natura generale e a scopo semplicemente divulgativo e non può sostituire il consiglio di un medico specialista, ovvero del vostro medico curante, fisiatra, infermiere, farmacista o degli altri professionisti abilitati e riconosciuti dalla legge operanti nel campo sanitario.

Le nozioni di medicina e le eventuali informazioni su procedure mediche o medico-alternative e/o descrizioni di farmaci o prodotti d’uso indicati negli articoli hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono da soli di acquisire la manualità e l’esperienza indispensabili per un loro uso o pratica.

Nessuno dei singoli contributori, operatori di sistema, sviluppatori, sponsor del sito del Medical Pontino né altri connessi al Medical Pontino possono assumersi alcuna responsabilità circa i risultati o le conseguenze di un qualsiasi tentativo di usare o adottare una qualsiasi delle informazioni o disinformazioni presentate su questo sito web.

Niente su www.medicalpontino.it o uno qualsiasi dei progetti della Medical Pontino S.r.l., può essere visto come un tentativo di offrire o rendere un’opinione medica on-line.

L’intento dell’autore è semplicemente quello di offrire informazioni di natura generale per aiutarvi nella vostra ricerca del benessere. Nel caso in cui usaste le informazioni contenute in questo SITO WEB per voi stessi, atto pienamente legittimo, l’autore ed il titolare del sito non si assumono alcuna responsabilità delle vostre azioni.

La legge italiana obbliga a prestare soccorso nei limiti delle proprie capacità, ma si tenga presente che manovre errate o inappropriate possono causare lesioni personali gravi, anche mortali.