Isteroscopia diagnostica

Presso il Medical Pontino eseguiamo l’isteroscopia diagnostica.

isteroscopio

Cos’è l’isteroscopia diagnostica e a cosa serve.

L’ isteroscopia è l’esplorazione interna dell’utero. Viene eseguita tramite l’isteroscopio, un sottile telescopio munito di una luce e di una telecamera in punta. Le immagini riperese sono visibili su un monitor, e permettono di visualizzare la cavità uterina.

L’isteroscopio viene introdotto attraverso la vagina e la cervice: non sono quindi necessarie incisioni della pelle.

isteroscopia diagnostica può essere utilizzata per :

indagare sintomi o problemi come mestruazioni molto abbondanti, sanguinamenti vaginali inspiegabili, sanguinamenti post menopausali, aborti spontanei ripetuti o difficoltà a rimanere incinte;

diagnosticare condizioni come fibromi e polipi (tumori non cancerosi dell’utero)

La Preparazione alla procedura.

Prima dell’esame potrebbe essere prescritto di:

  • verificare l’assenza di controindicazioni alla procedura tramite controlli, per esempio esami del sangue e test di gravidanza; quest’ultimo andrà eseguito circa una settimana prima dell’isteroscopia;
  • usare anticoncezionali; l’isteroscopia non può essere eseguita in donne incinte;
  • smettere di fumare; se è indicata l’anestesia generale, l’astensione del fumo fino alla procedura può aiutare a ridurre il rischio di complicanze da anestetici;
  • assumere farmaci per ridurre le dimensioni di eventuali fibromi da asportare durante la procedura.

Esecuzione della procedura.

L’isteroscopia richiede solitamente tra 5 e 30 minuti. Durante l’esame:

  • la paziente è sdraiata sul lettino con le gambe sostenute, con un lenzuolo a coprire la zona pubica;
  • se necessario, viene inserito uno strumento detto speculum (lo stesso strumento usato per il Pap test) in vagina per mantenerla aperta;
  • vengono disinfettate vagina e cervice con un’apposita soluzione;
  • viene inserito un isteroscopio (tubo lungo e sottile, dotato di luce e telecamera) fino all’utero; questa manovra può generare qualche crampo o fastidio;
  • viene delicatamente iniettato del liquido nell’utero per renderne più facile la visione
    la telecamera invia immagini a un monitor, su cui personale sanitario esperto può identificare anomalie.

In alcuni casi viene prelevato un piccolo campione di tessuto dal rivestimento dell’utero (biopsia endometriale).

 

logosigo