Data di pubblicazione : 17/05/19 alle 17:21,

Data ultimo aggiornamento: 17/03/21 alle 15:06


Dichiarazione relativa le fonti scientifiche di riferimento del presente articolo:

Le informazioni medico-scientifiche riportate nel presente articolo sono indirizzate ad un pubblico generico senza alcuna limitazione di sorta. Sono frutto del bagaglio culturale e dell’esperienza professionale del medico o del professionista sanitario intervistato o autore del medesimo articolo. Qualora l’autore non fosse un professionista del settore medico-sanitario le fonti medico scientifiche di riferimento del presente articolo sono riportate in calce.

Le difficoltà dei bambini a scuola: un’evenienza da non sottovalutare

1647 730x365

I Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) sono un insieme di affezioni che interessano alcune abilità specifiche che devono essere acquisite in età scolare. Le attività maggiormente interessate sono la lettura, la scrittura e il calcolo.

Il bambino presenta uno sviluppo diverso della struttura cerebrale e delle connessioni neuronali necessarie all’elaborazione delle informazioni. I DSA attualmente riconosciuti in Italia dalla Legge 170/2010 sono:

  • dislessia, disturbo specifico della velocità e della correttezza della lettura;

  • disortografia, disturbo specifico della correttezza della scrittura;

  • disgrafia, disturbo specifico della scrittura di natura motoria per cui la grafia è spesso illeggibile, c’è macro e/o micro-grafia, pressione eccessiva e scarso rispetto degli spazi sul foglio;

  • discalculia, disturbo specifico delle aree di numero, calcolo e senso del numero.

Secondo le ultime stime del MIUR, nell’anno scolastico 2014/2015, le segnalazioni di DSA sono state corrispondenti al 2.1% degli alunni. I DSA non permettono una completa autosufficienza nell’apprendimento, sebbene non vadano ad intaccare l’intelligenza e il funzionamento cognitivo generale. Possono comparire isolati o, più comunemente, in associazione tra di loro o con altri disturbi evolutivi. Con una certa frequenza, dobbiamo poi fare i conti con ansia, depressione e disturbi del comportamento e della condotta. Risulta quindi evidente come il mancato riconoscimento delle difficoltà può portare ad una scarsa motivazione allo studio e all’abbandono scolastico.

Gli insegnanti della scuola dell’infanzia devono saper riconoscere i segnali di rischio per intervenire tempestivamente con attività didattiche e pedagogiche mirate.

Il ricorso a uno specialista è fondamentale poiché è difficile distinguere tra una difficoltà di apprendimento, che può dipendere da diversi fattori (culturali, sociali, educativi, deficit intellettivo) e un vero e proprio disturbo, in quanto entrambi comportano un rendimento scolastico inadeguato. Infine è indispensabile un ambiente favorevole e il supporto della famiglia.

Non si guarisce, ma c’è chi recupera e chi si limita a compensare, avendo acquisito i mezzi per farlo. In quest’ultimo caso, gli obiettivi di studio vengono raggiunti con fatica, ma i successi avranno sicuramente un sapore più dolce.

 

Dott.ssa Alessia Testa

Specializzanda in Pediatria

La Tua opinione è importante per Noi. Lasciaci un commento!

Segnale Stradale Pericolo 300x264

ATTENZIONE!

Le informazioni fornite nel nostro sito web hanno lo scopo di incoraggiare le relazioni dirette tra il paziente ed il  medico curante, non di sostituire il consulto con i professionisti sanitari.

Leggere un sito web di un’Azienda medica come il nostro NON vi rende medici e non sostituisce il consulto che vi può fornire il vostro medico curante!

www.medicalpontino.it contiene articoli su molti argomenti medici; è comunemente riconosciuto che non esiste assolutamente alcuna assicurazione che una qualsiasi delle affermazioni contenute in articoli che toccano questioni mediche risponda alle esigenze terapeutiche di chi legge. Anche se l’affermazione è accurata, potrebbe non applicarsi ai vostri sintomi.

Le affermazioni ed i contenuti nel blog di questo sito:

  1. costituiscono semplicemente materiale divulgativo informativo  in base alla conoscenza dell’autore;
  2. NON hanno in nessun modo il carattere della prescrizione medica in nessuna forma, neppure quella virtuale;
  3. NON vogliono invogliare nessun comportamento, di nessun tipo ed in nessun ambito, scientifico e non scientifico;
  4. L’informazione medica fornita sul sito del Medical Pontino è di natura generale e a scopo semplicemente divulgativo e non può sostituire il consiglio di un medico specialista, ovvero del vostro medico curante, fisiatra, infermiere, farmacista o degli altri professionisti abilitati e riconosciuti dalla legge operanti nel campo sanitario.

Le nozioni di medicina e le eventuali informazioni su procedure mediche o medico-alternative e/o descrizioni di farmaci o prodotti d’uso indicati negli articoli hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono da soli di acquisire la manualità e l’esperienza indispensabili per un loro uso o pratica.

Nessuno dei singoli contributori, operatori di sistema, sviluppatori, sponsor del sito del Medical Pontino né altri connessi al Medical Pontino possono assumersi alcuna responsabilità circa i risultati o le conseguenze di un qualsiasi tentativo di usare o adottare una qualsiasi delle informazioni o disinformazioni presentate su questo sito web.

Niente su www.medicalpontino.it o uno qualsiasi dei progetti della Medical Pontino S.r.l., può essere visto come un tentativo di offrire o rendere un’opinione medica on-line.

L’intento dell’autore è semplicemente quello di offrire informazioni di natura generale per aiutarvi nella vostra ricerca del benessere. Nel caso in cui usaste le informazioni contenute in questo SITO WEB per voi stessi, atto pienamente legittimo, l’autore ed il titolare del sito non si assumono alcuna responsabilità delle vostre azioni.

La legge italiana obbliga a prestare soccorso nei limiti delle proprie capacità, ma si tenga presente che manovre errate o inappropriate possono causare lesioni personali gravi, anche mortali.