Data di pubblicazione : 2/04/21 alle 15:53,

Data ultimo aggiornamento: 17/08/21 alle 12:42


Dichiarazione relativa le fonti scientifiche di riferimento del presente articolo:

Le informazioni medico-scientifiche riportate nel presente articolo sono indirizzate ad un pubblico generico senza alcuna limitazione di sorta. Sono frutto del bagaglio culturale e dell’esperienza professionale del medico o del professionista sanitario intervistato o autore del medesimo articolo. Qualora l’autore non fosse un professionista del settore medico-sanitario le fonti medico scientifiche di riferimento del presente articolo sono riportate in calce.

Glicemia: alta, bassa, a digiuno e post prandiale

Glicemia La glicemia indica quanto glucosio è presente nel sangue. Seppur il glucosio sia un elemento essenziale per le cellule che lo prelevano dal sangue, il corpo umano possiede un suo sistema di regolazione, per mantenere costante il livello di glicemia durante la giornata. La determinazione della glicemia, permette al medico di valutare se il valore del paziente è nella norma o meno.

Valori di glicemia

La strategia per la prevenzione di tutte malattie conseguenti a un valore irregolare della glicemia, è il controllo adeguato e costante dei valori glicemici. Generalmente in un soggetto sano e che mantiene uno stile di vita corretto, i valori della glicemia si mantengono tra i 60 e i 130 mg/dl. Sopra questi valori si parla di glicemia alta, al di sotto invece di glicemia bassa. I valori di glicemia a digiuno possono variare dai 70 ai 110 mg/dl. Tra 100 e 125 mg/dl vi è un’alterazione della glicemia durante il digiuno (IFG), mentre valori uguali o superiori a 126 mg/dl sono da considerarsi irregolari.

Regolazione della glicemia

Come detto il corpo regola in maniera automatica i valori di glicemia durante l’intero arco della giornata. Questo processo avviene attraverso vari step all’interno dell’organismo:
  1. Il livello ematico di glucosio aumenta.
  2. Il pancreas è stimolato a liberare insulina nel sangue.
  3. Le cellule del corpo assorbono più glucosio, mentre il fegato preleva dal sangue il glucosio e lo immagazzina.
  4. La glicemia cala fino a un punto critico: diminuisce lo stimolo per la liberazione di insulina.
  5. Omeostasi: questo termine indica il corretto livello ematico di glucosio, che dalle analisi cliniche dovrebbe risultare circa 90mg/100ml.
  6. Il livello ematico di glucosio cala.
  7. Il pancreas è stimolato a liberare glucagone nel sangue.
  8. Il fegato scinde il glicogeno e libera il glucosio nel sangue
  9. Si ristabilisce il corretto livello di glucosio ematico: diminuisce lo stimolo per la regolazione di glaucagone.

L’iperglicemia (glicemia alta) e le sue possibili cause

L’iperglicemia viene considerata una condizione pre-diabetica. Infatti una sua degenerazione o cronicizzazione può portare al diabete franco. Superati i 110 mg/dl a digiuno si rientra a pieno nell’iperglicemia. Spesso questa è una condizione asintomatica e quindi il diabete può manifestarsi senza preavviso. Sintomi correlati possono essere astenia, aumento della sete e delle urine, perdita di peso ponderale e dolori all’addome. Nei casi più gravi anche svenimenti o stati confusionali. Stress, alimentazione sregolata, poco esercizio fisico possono essere alcune delle più comuni cause. L’esame del sangue della glicemia è l’elemento principale per diagnosi.

L’ipoglicemia

All’estremo opposto dell’iperglicemia troviamo l’ipoglicemia. Quest’ultima avviene quando i livelli di glucosio nel sangue sono bassi. Sotto i 70 mg/dll di glucosio nel sangue si parla di ipoglicemia. Possibili sintomi possono essere debolezza e stanchezza, ma anche vista offuscata, fame improvvisa ed eccessiva, mal di testa e tremori. Anche in questo caso però l’elemento principale di diagnosi è l’esame ematico associato.

Cos’è la glicemia post prandiale?

La glicemia post prandiale è la concentrazione di glucosio nel plasma (parte liquida del sangue) presente 2 ore dopo l’inizio del pasto. È solitamente espressa in mg/dl (milligrammi di glucosio per decilitro di sangue) o, anche, in mmol/mol. Di solito 3 giorni prima del test, bisogna seguire il consueto regime alimentare. Il prelievo del sangue si esegue esattamente 2 ore dopo l’inizio del pasto; durante questo periodo non bisogna fare attività fisica, bere o fumare.

Glicemia in gravidanza

È strettamente collegata al diabete gestazionale. Per diabete gestazionale si definisce una condizione di intolleranza ai carboidrati, con primo riconoscimento durante la gravidanza. Il diabete gestazionale complica il 3-10% delle gravidanze e compare di solito nel 2°-3° trimestre. La diagnosi di diabete gestazionale impone un controllo accurato della glicemia durante la gravidanza. In genere viene effettuato un autocontrollo glicemico domiciliare che consiste nella determinazione della glicemia a digiuno, 1-2 ore dopo i pasti. Gli obiettivi metabolici sono l’ottenimento di valori glicemici a digiuno di 70-90 mg%, valori a 140 mg% dopo un’ ora dal pasto e dopo 2 ore dal pasto inferiori a 120 mg%. Per ottenere questi obiettivi è necessaria l’instaurazione della appropriata alimentazione ed eventuale terapia. Dieta e attività fisica spesso controllano questa forma di diabete. L’incremento deve essere ponderale a 9-11 kg nelle donne sottopeso prima della gravidanza, a 8-10 kg nelle donne normopeso prima della gravidanza, a 7-9 kg nelle donne sovrappeso prima della gravidanza ed un incremento ponderale minore di 7 kg nelle donne obese prima della gravidanza.

Emoglobina glicata

L’emoglobina glicata à un esame del Sangue che misura l’andamento della glicemia (livelli di zucchero nel sangue) negli ultimi tre mesi. Si forma dalla reazione del glucosio con l’emoglobina (la proteina che trasporta ossigeno nei globuli rossi). In poche parole, più zucchero nel sangue, più emoglobina glicata. Ne esistono due forme: l’HbA1 e HbA1c. Per l’uso clinico si utilizza l’HbA1c, definita più stabile. Una volta formata resta nel sangue per circa tre mesi, il suo dosaggio ci permette di sapere quali sono stati i valori medi di Glicemia degli ultimi 90 giorni, in genere il suo valore viene indicato in percentuale.    

Dott. Alfredo Ragonese

Endocrinologo

La Tua opinione è importante per Noi. Lasciaci un commento!

Segnale Stradale Pericolo 300x264

ATTENZIONE!

Le informazioni fornite nel nostro sito web hanno lo scopo di incoraggiare le relazioni dirette tra il paziente ed il  medico curante, non di sostituire il consulto con i professionisti sanitari.

Leggere un sito web di un’Azienda medica come il nostro NON vi rende medici e non sostituisce il consulto che vi può fornire il vostro medico curante!

www.medicalpontino.it contiene articoli su molti argomenti medici; è comunemente riconosciuto che non esiste assolutamente alcuna assicurazione che una qualsiasi delle affermazioni contenute in articoli che toccano questioni mediche risponda alle esigenze terapeutiche di chi legge. Anche se l’affermazione è accurata, potrebbe non applicarsi ai vostri sintomi.

Le affermazioni ed i contenuti nel blog di questo sito:

  1. costituiscono semplicemente materiale divulgativo informativo  in base alla conoscenza dell’autore;
  2. NON hanno in nessun modo il carattere della prescrizione medica in nessuna forma, neppure quella virtuale;
  3. NON vogliono invogliare nessun comportamento, di nessun tipo ed in nessun ambito, scientifico e non scientifico;
  4. L’informazione medica fornita sul sito del Medical Pontino è di natura generale e a scopo semplicemente divulgativo e non può sostituire il consiglio di un medico specialista, ovvero del vostro medico curante, fisiatra, infermiere, farmacista o degli altri professionisti abilitati e riconosciuti dalla legge operanti nel campo sanitario.

Le nozioni di medicina e le eventuali informazioni su procedure mediche o medico-alternative e/o descrizioni di farmaci o prodotti d’uso indicati negli articoli hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono da soli di acquisire la manualità e l’esperienza indispensabili per un loro uso o pratica.

Nessuno dei singoli contributori, operatori di sistema, sviluppatori, sponsor del sito del Medical Pontino né altri connessi al Medical Pontino possono assumersi alcuna responsabilità circa i risultati o le conseguenze di un qualsiasi tentativo di usare o adottare una qualsiasi delle informazioni o disinformazioni presentate su questo sito web.

Niente su www.medicalpontino.it o uno qualsiasi dei progetti della Medical Pontino S.r.l., può essere visto come un tentativo di offrire o rendere un’opinione medica on-line.

L’intento dell’autore è semplicemente quello di offrire informazioni di natura generale per aiutarvi nella vostra ricerca del benessere. Nel caso in cui usaste le informazioni contenute in questo SITO WEB per voi stessi, atto pienamente legittimo, l’autore ed il titolare del sito non si assumono alcuna responsabilità delle vostre azioni.

La legge italiana obbliga a prestare soccorso nei limiti delle proprie capacità, ma si tenga presente che manovre errate o inappropriate possono causare lesioni personali gravi, anche mortali.