Data di pubblicazione : 20/02/19 alle 7:51,

Data ultimo aggiornamento: 18/03/21 alle 10:17


Dichiarazione relativa le fonti scientifiche di riferimento del presente articolo:

Le informazioni medico-scientifiche riportate nel presente articolo sono indirizzate ad un pubblico generico senza alcuna limitazione di sorta. Sono frutto del bagaglio culturale e dell’esperienza professionale del medico o del professionista sanitario intervistato o autore del medesimo articolo. Qualora l’autore non fosse un professionista del settore medico-sanitario le fonti medico scientifiche di riferimento del presente articolo sono riportate in calce.

L’ALCOL INFLUISCE SULLA DEMENZA

Lo studio

Cocktail

Uno studio suggerisce che il consumo di alcol è un grosso fattore di rischio per tutti i tipi di demenza, in particolare per la demenza ad esordio precoce.

L’analisi ha coinvolto 30 milioni di persone in Francia.

I vecchi casi di dipendenza da alcol hanno un rischio triplice per la demenza; è risultato inoltre che più della metà di quelli con demenza a esordio precoce ha avuto problemi con l’alcol.

“I nostri risultati suggeriscono che bere pesante è il più forte fattore di rischio per la demenza, il più alto che abbiamo mai osservato”, ha detto a Medscape Medical News l’autore principale, Michaël Schwarzinger, Medico e Ricercatore, Translational Health Economics Network, Parigi, Francia.

“Questi dati sono un incentivo a ridurre il consumo di alcol” ha aggiunto.

Un motivo per smettere il consumo di alcol

“Se le persone consumano più di un paio di bevande alcoliche al giorno, potrebbero essere esposte ad un aumento del rischio di demenza.

I nostri risultati, inoltre, suggeriscono che una delle migliori cose che puoi fare per curare la tua salute mentale, è ridurre il consumo di alcol. “

Lo studio è stato pubblicato online su Lancet Public Health circa un anno fa.

A maggior conferma i dottori Clive Ballard e Iain Lang aggiungono che lo studio è “immensamente importante, e mette in evidenza il potenziale rischio del consumo di alcol. La diminuzione di alcol è un valido aiuto per la prevenzione della demenza. “

“Questo studio utilizzava un database di dimensioni fenomenali, e il risultato mostrava che metà dei casi di demenza a esordio precoce erano associati all’eccesso dell’uso di alcol. È davvero sbalorditivo”, ha detto Ballard a Medscape Medical News.

“Questo ha contrassegnato qualcosa che è stato a lungo trascurato, quindi è un contributo molto importante alla nostra conoscenza”, ha aggiunto. “Suggerisce che bere pesante aumenta il rischio di demenza e potrebbe essere un fattore significativo, che contribuirebbe al controllo della demenza ad esordio precoce. È importante saper fare qualcosa al riguardo”.

Articolo scritto da Marco Testa, rielaborando in forma discorsiva i contenuti della seguente fonte:

Medscape

 

CHIAMACI ORA, o mandaci un messaggio WhatsApp CLICCANDO QUI.

 

Leggi anche:

Ematologo | Ambulatorio di Ematologia

Analisi cliniche

La Tua opinione è importante per Noi. Lasciaci un commento!

Segnale Stradale Pericolo 300x264

ATTENZIONE!

Le informazioni fornite nel nostro sito web hanno lo scopo di incoraggiare le relazioni dirette tra il paziente ed il  medico curante, non di sostituire il consulto con i professionisti sanitari.

Leggere un sito web di un’Azienda medica come il nostro NON vi rende medici e non sostituisce il consulto che vi può fornire il vostro medico curante!

www.medicalpontino.it contiene articoli su molti argomenti medici; è comunemente riconosciuto che non esiste assolutamente alcuna assicurazione che una qualsiasi delle affermazioni contenute in articoli che toccano questioni mediche risponda alle esigenze terapeutiche di chi legge. Anche se l’affermazione è accurata, potrebbe non applicarsi ai vostri sintomi.

Le affermazioni ed i contenuti nel blog di questo sito:

  1. costituiscono semplicemente materiale divulgativo informativo  in base alla conoscenza dell’autore;
  2. NON hanno in nessun modo il carattere della prescrizione medica in nessuna forma, neppure quella virtuale;
  3. NON vogliono invogliare nessun comportamento, di nessun tipo ed in nessun ambito, scientifico e non scientifico;
  4. L’informazione medica fornita sul sito del Medical Pontino è di natura generale e a scopo semplicemente divulgativo e non può sostituire il consiglio di un medico specialista, ovvero del vostro medico curante, fisiatra, infermiere, farmacista o degli altri professionisti abilitati e riconosciuti dalla legge operanti nel campo sanitario.

Le nozioni di medicina e le eventuali informazioni su procedure mediche o medico-alternative e/o descrizioni di farmaci o prodotti d’uso indicati negli articoli hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono da soli di acquisire la manualità e l’esperienza indispensabili per un loro uso o pratica.

Nessuno dei singoli contributori, operatori di sistema, sviluppatori, sponsor del sito del Medical Pontino né altri connessi al Medical Pontino possono assumersi alcuna responsabilità circa i risultati o le conseguenze di un qualsiasi tentativo di usare o adottare una qualsiasi delle informazioni o disinformazioni presentate su questo sito web.

Niente su www.medicalpontino.it o uno qualsiasi dei progetti della Medical Pontino S.r.l., può essere visto come un tentativo di offrire o rendere un’opinione medica on-line.

L’intento dell’autore è semplicemente quello di offrire informazioni di natura generale per aiutarvi nella vostra ricerca del benessere. Nel caso in cui usaste le informazioni contenute in questo SITO WEB per voi stessi, atto pienamente legittimo, l’autore ed il titolare del sito non si assumono alcuna responsabilità delle vostre azioni.

La legge italiana obbliga a prestare soccorso nei limiti delle proprie capacità, ma si tenga presente che manovre errate o inappropriate possono causare lesioni personali gravi, anche mortali.