I 7 consigli per una sana alimentazione in gravidanza

DONNA INCINTA

Lo ricorderete tutti, mamme e papà, il giorno in cui avete avuto la meravigliosa notizia di diventare genitori. Un giorno pieno di emozione che lascia spazio a tanti bei pensieri, a tante paure e sicuramente, a tanta felicità.

Dopo avere fatto analisi, ecografie e visite, abbiamo avuto le prime raccomandazioni del ginecologo, prima tra tutte seguire un’alimentazione bilanciata e mantenere sotto controllo il peso corporeo. Ma come si fa?

La gravidanza comporta tanti cambiamenti che possiamo vedere “esternamente” e sentire “internamente”.

Dal momento in cui avviene “l’impianto”, cioè in cui il nostro ovulino fecondato decide di entrare nell’utero, si scatena una tempesta ormonale che porta tanti cambiamenti. Primi tra questi la formazione della placenta, organo che servirà a nutrire il feto per tutta la gestazione. Tramite il cordone ombelicale la mamma scambierà i nutrienti con il suo piccolino, gli porterà ossigeno e ripulirà il suo sangue.

  • Primo ed importantissimo consiglio è: evitare di “mangiare per due”.La mamma è una sola e deve nutrire il bimbo con i giusti nutrienti. L’alimentazione della donna in gravidanza deve essere “ricca” , ma solamente qualitativamente.

Husband kissing a baby bump

  • Secondo consiglio: scegliere cibi con carboidrati a basso indice glicemico, ciò significa limitare cereali raffinati quali riso brillato, pane bianco, pasta; aumentare il consumo di cereali integrali, quindi più ricchi di fibra come riso integrale, pasta integrale, farro, orzo, utilizzare più pane integrale, aumentare il consumo di legumi.

  • Terzo consiglio: nutrire il cervello del nostro bambino. Questo possiamo farlo aumentando il consumo di pesce. Il pesce contiene proteine ad alto valore biologico e grassi della famiglia omega 3 ed omega 6, da questi grassi si formano altri acidi grassi, tecnicamente noti come EPA e DHA, molto ambìti dal cervello, fondamentali per il suo sviluppo e per quello della vista.

  • Quarto consiglio: consumare giornalmente alimenti ricchi di ferro, calcio e proteine, come legumi, carne, uova e formaggi freschi. Giornalmente vuol dire sempre presenti durante la giornata ma, a rotazione senza esagerare con le quantità.

  • Quinto consiglio: assumere alimenti ricchi di calcio. Tra questi ci sono principalmente formaggi e latticini, il cui consumo va comunque moderato in base al contenuto di grassi; ricordiamo che il calcio è contenuto anche nelle acque e in alcuni tipi di frutta a guscio come mandorle e nocciole, poi in numerosi vegetali quali broccoli, cavoli e spinaci. A regolare il metabolismo del calcio interviene la vitamina D, la cui sintesi è regolata dall’esposizione al sole, quindi dai raggi ultravioletti. L’ideale sarebbe fare ogni giorno (tempo permettendo) delle belle passeggiate all’aria aperta.

  • Sesto consiglio: suddividere la giornata in cinque pasti: la colazione, due spuntini, il pranzo e la cena; concesso anche lo spuntino prima di andare a dormire. Evitare il digiuno prolungato ma allo stesso tempo evitare di stare sempre a sgranocchiare, soprattutto cibi ricchi di grassi e zuccheri.

  • Settimo consiglio: controllare il peso periodicamente, limitando l’aumento di peso soprattutto nei primi mesi, facendosi sempre consigliare dal proprio ginecologo.

Scritto dalla Dott.ssa Veronica Leggeri e Morena Di Stefano

DOTT.SSA VERNOCA LEGGERI

DOTT.SSA VERONICA LEGGERI, BIOLOGA E NUTRIZIONISTA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se sei interessata/o, puoi prenotare il tuo consulto gratuito con la Dottoressa chiamando il numero 0773661234, oppure inviandoci un messaggio su WhatsApp!

LEGGI ANCHE:

Dietologo | Scienze della Nutrizione

Analisi cliniche | Esami del sangue

V-BAC: Parto vaginale dopo Cesareo

 

La Tua opinione è importante per Noi. Lasciaci un commento!